Dente del Giudizio - Studio Dentistico dott. Pierluca Vivaldini GAMBARA BRESCIA

STUDIO DENTISTICO

Dott. PIERLUCA VIVALDINI

Vai ai contenuti
PRESTAZIONI

030 9956178











RIMOZIONE DEL DENTE DEL GIUDIZIO







IL DENTE DEL GIUDIZIO

Sono 32 i denti dell'adulto, in genere si raggiunge questo numero attorno ai 18 anni. Ogni dente ha una sua forma, una sua posizione nelle arcate che è legata alla sua funzione. Quelli più posteriore sono chiamati molari, utili per macinare gli alimenti. L'ultimo dente di questa serie, quello più in fondo è il terzo molare altrimenti detto dente del giudizio. In genere sono 4, 2 superiori e 2 inferiori.

Non sempre il dente del giudizio trova spazio durante l'eruzione a causa di arcate più piccole, da qui le difficolta che ne conseguono.

Inclusione Ossea

Inclusione Ossea Parziale

Possibili Danni da Migrazione

Infezione Batterica

Cisti

Danni al Dente Adiacente


Esempi di complicazioni
causate dai denti del giudizio

Quando togliere i denti del giudizio?

In studio giungono spesso ragazzi con forti dolori o disagi causati da questi denti.

Questi denti sono gli ultimi a presentarsi in arcata, la loro crescita è dolorosa in quanto rompono la gengiva posteriormente, la quale può infiammarsi, quindi aumentare di volume e venire compressa durante la masticazione. Passato questo periodo di disagio, se il dente appare in arcata correttamente non dovrebbe essere tolto, tuttavia non è sempre così. Vi può essere una crescita irrecolare. Se non vi è spazio per il dente in arcata, questo può rimanere incastrato prendendo strane angolazioni, può emergere parzialmente o rimanere sottogengiva. Sono i denti inclusi o semi inclusi. In talunni casi per evitare complicazioni, danni alla dentatura o strutture adiacenti si consiglia la rimozione.
Altri motivi per cui si consiglia l'estrazione sono:
    • carie dentali: questi denti, data la loro posizione in bocca, sono difficili da tenere puliti, liberi da placca e batteri. L'accumulo di placca favorisce la formazione di carie profonde. I denti del giudizio cariati o in pulpite si possono curare (se correttamente in arcata), tuttavia in alcuni casi le procedure e l'anatomia degli stessi può rendere complesse le cure stesse.
    • gengiviti e parodontopatie; sempre per i motivi elencati in precedenza e un alterato rapporto con il ramo ascendente della mandibola, possono favorsi infezioni gengivali tali da richiederne la rimozione.
    • Pericoronarite: facilmente dignosticabile in studio, interessano i denti non completamente erotti, si accompagna a infezione batterica che si diffonde a livello della guancia, della lingua e della gola, difficoltà a aprire la bocca. Talvolta febbre e gonfiore.
    • Formazioni di cisti.

SINTOMATOLOGIA

Se sospetti che il tuo dolore sia associato al tuo dente di del giudizio, prendi subito un appuntamento con un dentista.

Ignorare i sintomi dei denti del giudizio potrebbe causare ulteriori problemi, come una chirurgia più complicata (con costi maggiori) o la formazione di cisti o ulteriori lesioni ai denti adiacenti


Ecco alcuni segni da cercare quando si sente il dolore ai denti del giudizio:

      • Tensione e dolore alla mascella
      • Difficoltà a aprire
      • Rossore attorno alle gengive del dente
      • Gonfiore delle gengive intorno al dente
      • Cattivo respiro
      • Gusto cattivo in bocca quando si mangia.
      • Pus


DOLORE

I denti del giudizio quando crescono in arcata, inizialmente, rompendo le gengive creano dolore, tuttavia se il dente cresce nella sua totalità, il dolore tenderà a sparire. Il tuo dentista potrà aiutarti a superare questa fase.

Se invece il dente non è totalmente cresciuto è probabile che il dolore si ripeta, diventi molto intenso e la gengiva tutta attorno si infetti. Si consiglia di rivolgersi dal dentista per le cure del caso. Queste infezioni non vanno trascurate perchè possono diffondersi attraverso il sangue e essere pericolose per la salute generale.


INFEZIONE

Un dente non completamente erotto è a alto rischio d'infezione, questo perchè i batteri possono annidarsi facilmente nello spazio dente gengiva. Successivamente si può verificare una vera e propria infezione del tessuto circostante, infezione che si può diffondersi nel mascellare (o mandibola), alle guance e al collo.


Ecco alcuni sintomi di infezione:

      • Dolore intenso
      • Gonfiore delle gengive intorno al dente
      • Gonfiore dei linfonodi del collo
      • Trisma

Arte medica, qualità delle cure e innovazione

ODONTOIATRIA ITALIANA

CREATE BY PIERLUCA65 | VIVALDINI.IT
Torna ai contenuti